Il sig. Bozzetto, titolare dell’azienda, si può senza timore definire un figlio d’Europa; di ceppo veneto-friulano, ha studiato e lavorato in giro per l’Europa conquistandola inizialmente con le sue meravigliose stufe in maiolica di Sassuolo.

Qui si è facilmente integrato grazie alla sua passione per il rombo dei motori su strada e al brivido del volo, al suo lavoro nelle ceramiche e al buon mangiare.

Divenne ben presto un friulano di Modena scoprendo ed apprezzando piano piano tutte le meraviglie nascoste di queste terre. Tra queste spiccano le ciliegie di Vignola, le più pregiate, le più famose a livello internazionale.

Ogni giorno notevoli quantità di ciliegie non conformi agli standard di Vignola (quelle ciliegie sì buone e fresche di giornata ma non esteticamente perfette da poter essere vendute), risultanti da una severa selezione manuale, vengono destinate alla lavorazione industriale ; il passato svizzero di Leo si ribellò a cotanto spreco, quello austriaco gli riportò alla mente un buon bicchierino di Kirsch, la sua friulanità gli diede la soluzione: perché non distillarle??